Intervista a Michela Bellomo

da | Feb 13, 2020

Raccontaci la tua attività: di cosa ti occupi?

Nel mio laboratorio creativo Michilab mi occupo di grafica e visual branding perché amo aiutare le donne a presentare al meglio la loro attività e a realizzare i loro sogni attraverso la magia dei colori.

Qual è il percorso che ti ha portata a creare la tua professione, aiutandoti ad arrivare a chi sei ora?

Ho lavorato per 20 anni in un’agenzia pubblicitaria di Milano prima come art director, poi come direttore esecutivo. Nel 2013 l’agenzia è fallita e io mi sono ritrovata con 40 anni a decidere cosa fare della mia vita. Le ho pensate tutte, anche di cambiare completamente ambito lavorativo, poi l’amore e la passione per il mio lavoro mi hanno convinto a provarci, ad andare avanti, ad aprire il mio laboratorio e a cercare dei clienti miei.

 

Ci racconti la tua svolta? quando hai capito che era arrivato il momento di intraprendere un percorso professionale diverso?

Non è stato facile, ho ricominciato a studiare, mi sono rimessa in gioco e piano piano ho capito che potevo farcela. Michilab mi ha dato grandi soddisfazioni, continua a darmele e io sono rinata. Poi è arrivato Sognosoloacolori e la gioia di potermi confrontare e crescere ogni giorno insieme ad altre splendide professioniste. Non tornerei più indietro.

 

Quali sono i valori che guidano il tuo lavoro?

Mi sveglio al mattino pensando al mio Ikigay, adoro poter aiutare le donne a realizzare i loro sogni. Fare un percorso insieme alle mie clienti che conduce verso la definizione della propria identità e realizzare un’immagine che davvero le rappresenta e che pone le basi della loro attività è il valore più grande che guida la mia attività.

 

Hai trovato un equilibrio tra vita personale e professionale? Svelaci il tuo segreto!

Ho sempre lavorato, anche quando i miei 3 figli erano piccoli. Ho un marito che mi ha aiutato e sostenuto e adesso che i ragazzi sono più grandi è tutto più facile. Lavoro molto, ma rispetto delle regole precise, il mio computer è spento (eccetto casi eccezionali) la sera dopo cena e la domenica!

 

Come è migliorata la tua vita da quando sei freelance? Quali aspetti positivi hai
trovato? e quelli negativi?

Da quando sono freelance ho trovato la mia vera dimensione, riesco a mettere tutta me stessa in quello che faccio, mi piace il mio studio con il muro rosa, mi piace lavorare sul divano vicino ai mie carlini, mi piacciono le chiacchierate via Skype con le mie clienti. A volte sento la necessità di uscire, per questo, mi sono impegnata in una serie di attività che mi portano fuori casa con regolarità alcune volte al mese. Mi piace prendere aria e liberare la mente ogni tanto.

 

Ci racconti come organizzi il tuo tempo? Com’è la tua giornata tipo?

Mi sveglio alle 8, faccio colazione con un rituale ben preciso, dedicato solo a me. Qualche minuto di silenzio con una tazza di tè in mano prima di aprire l’agenda sono fondamentali per iniziare con il piede giusto. Sono molto organizzata, ho una to do list giornaliera che rispetto fedelmente. Verso le 12 accompagno i miei carlini in giardino, metto a posto la casa e preparo il pranzo per Mattia che torna da scuola. Riprendo a lavorare verso le 14 e termino alle 18. Se riesco prima di cena guardo un po’ di TV, Sky mi aiuta a rilassarmi e smaltire la stanchezza della giornata. Poi cena in famiglia e dopocena sul divano tutti insieme. Vado a dormire presto, verso le 11, sono una gran dormigliona!

All’inizio della tua attività da freelance hai avuto la possibilità di confrontarti con altre persone che fossero nella tua stessa situazione? Ti è stato d’aiuto?

All’inizio della mia attività ho seguito dei corsi di marketing e di sviluppo personale che mi hanno permesso di entrare in contatto con altre donne che erano nella mia stessa situazione e questo mi è stato di grande aiuto.

 

Dove trovi l’ispirazione nel tuo lavoro? hai delle persone speciali a cui ispirarti?

La mia più grande fonte di ispirazione è la natura, le sue infinite sfumature non smetteranno mai di stupirmi. Ci sono tante donne che mi ispirano, una fra tutte: Gioia Gottini, la professionista con una marcia in più e un cuore grande grande!

 

Come hai conosciuto Tempo in rosa? Quale valore può portare al tuo percorso professionale?

Ho partecipato ad un workshop di Tempo in rosa, è stato un pomeriggio meraviglioso. Ho apprezzato il modo piacevole e accattivante con cui sono stati trattati gli argomenti e l’atmosfera di condivisione che si è subito creata. Credo che Tempo in rosa possa essere una grande opportunità di confronto e di crescita in un ambiente protetto e sicuro.

 

Ripensando al tuo percorso e alla tua esperienza che consiglio senti di dare a chi si affaccia all’attività da freelance?

Il mio consiglio è di crederci, crederci profondamente, studiare tanto e non mollare mai!

 

Se le nostre lettrici avessero bisogno di te dove possono contattarti?

Questi sono i miei contatti:

https://www.michilab.com/

https://www.facebook.com/michilab/

https://www.instagram.com/michilab_brandidentity/

email: ciao@michilab.com

https://www.sognosoloacolori.it/

https://www.facebook.com/sognosoloacolori/

https://www.facebook.com/groups/135201323760355/

https://www.instagram.com/sognosoloacolori/